REVERSE CHARGE PALLET USATI E NUOVI (dopo 1° utilizzo)

29-05-2015

Non cambia nulla ed è in piena applicazione

Nei giorni scorsi è apparsa sui giornali specializzati la notizia che la UE ha bocciato il meccanismo del Reverse Charge sulle cessioni di merci alla grande distribuzione.

Sono pervenute a questo Consorzio notevoli richieste di chiarimenti in merito al coinvolgimento della bocciatura anche per il reverse charge relativo ai pallet non al primo ciclo di utilizzo.

Come più volte spiegato ed illustrato, la norma che ha introdotto il reverse charge nella cessione di pallet è entrata in vigore dal 1° gennaio 2015 e non aveva necessità di ottenere alcuna autorizzazione da parte della Comunità Europea. Il settore dei pallet infatti, già rientrava tra quei settori per i quali preesisteva l’autorizzazione al meccanismo del reverse charge da parte dell’Unione Europea stessa, in immediata applicazione della Direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006.

Prova ne è il fatto che, mentre il reverse charge sui pallet è entrato immediatamente in vigore, al punto che la stessa Agenzia delle Entrate ha emesso una sua circolare esplicativa, quello sui beni ceduti alla grande distribuzione non era partito in attesa del parere della UE.

Pertanto la Reverse Charge sui pallet usati e quelli nuovi (come da circolare Agenzia delle Entrate n.14/E del 27 marzo 2015) non centra nulla con le notizie dei giornali relative alle cessioni di merci alla grande distribuzione, è pienamente in vigore e continua ad applicarsi a pieno regime.

 

Vedi circolare Assoimballaggi

 

Fonte: Assoimballaggi